La Struttura del Comitato

lavori gruppo

 

Il Comitato Brisighella Bene Comune si compone di tre organi:

Assemblea dei Soci ordinaria

Assemblea dei Soci straordinaria

Consiglio Direttivo( Presidente; Segretario; Tesoriere)

Assemblea ordinaria

L’Associazione ha nell’Assemblea il suo organo sovrano.

All’Assemblea sia ordinaria che straordinaria hanno il diritto/dovere di partecipare tutti i soci a qualsiasi categoria essi appartengano. Tutti i soci maggiorenni hanno diritto al voto.

  • L’Assemblea ordinaria indirizza tutta l’attività dell’Associazione e viene indetta dal Presidente e si occupa di:

 

    1. approva il bilancio consuntivo;
  • propone le modifiche dello statuto;

 

    1. approva il bilancio preventivo;
  • delibera l’avvio di progetti

 

    1. approva la relazione annuale;
    2. delibera su ogni altro oggetto che il presente statuto o la legge riservino alla sua competenza;
    3. approva anno per anno la quota associativa;
  • le quote minori dei soci giovanili, gli importi minimi da elargire per rientrare nella categoria dei soci sostenitori.
  • Accettazione o cancellazione di nuove domande Soci
  • I soci che non possono partecipare alla Assemblea possono delegare un altro socio in caso di votazione
  • Elegge il Presidente; Segretario; Tesoriere

     Nuovi progetti

9.1 I nuovi progetti sono istituiti con delibera dell’Assemblea ordinaria dei Soci

9.2 Ogni progetto avrà un suo responsabile

9.3 Ogni progetto verrà illustrato in prima seduta in modo verbale, poi con il consenso dell’Assemblea ordinaria verrà chiesto un progetto dettagliato, che contenga aspetti organizzativi e finanziari.

9.4 Il progetto verrà inviato al Consiglio Direttivo che ne analizzerà i contenuti.

9.5 il Consiglio Direttivo può richiedere alcuni chiarimenti o integrazioni al progetto.

9.6 Una volta pronto il Presidente insieme al responsabile del progetto lo illustrerà alla Assemblea ordinaria che voterà per la sua attuazione o annullamento

9.7 Al progetto possono partecipare tutti i soci della Associazione, contribuendo alla sua realizzazione e buona riuscita del progetto.

Consiglio Direttivo

10.1 Il Consiglio Direttivo viene eletto dalla Assemblea ordinaria

10.2 I nominati dall’assemblea dei soci fra i medesimi, essi rimangono in carica 2 anni e sono rieleggibili per un solo successivo mandato.

10.3 I Consiglieri già eletti per due successivi mandati dovranno attendere due anni per una eventuale successiva candidatura.

10.4 I membri scaduti restano in carica fino all’insediamento dei successori.

10.5 Possono far parte del Consiglio Direttivo esclusivamente soci maggiorenni.

10.6 Nel caso in cui, per dimissioni o altre cause, uno o più componenti del Consiglio Direttivo decadono dall’incarico, l’Assemblea ordinaria provvede alla loro sostituzione con una nuova elezione

Al Consiglio Direttivo spetta di:

    1. curare l’esecuzione delle deliberazioni dell’assemblea e svolge il ruolo di coordinamento e di sintesi delle varie iniziative;
    2. predisporre il bilancio consuntivo;
    3. provvedere agli affari di ordinaria e straordinaria amministrazione;
    4. deliberare la nomina dei soci onorari;
  • deliberare, entro il mese di dicembre, il bilancio preventivo dell’Associazione riferito all’esercizio successivo da sottoporre all’Assemblea;10.9 Il Consiglio Direttivo alla scadenza dei due anni di mandato elegge il Comitato Elettorale, formato da un minimo di due membri ed un massimo di tre membri.10.11 Sarà cura del Consiglio Direttivo informare i soci delle considerazioni fatte durante gli incontri che saranno poi oggetto di discussione nelle Assemblee successive.

 

  1. 10.10 Il Consiglio Direttivo si riunisce su richiesta di uno dei tre componenti per effettuare consultazioni riguardanti le loro funzioni specifiche, o per questione che riguardano imminenti procedimenti urgenti.
  2. 10.7 Il Consiglio Direttivo può delegare ai singoli o più soci funzioni di tipo tecnico.

 

 

 

 

Lascia un commento