Archivi categoria: luoghi bene comune

FESTIVAL dei BENI COMUNI a Brisighella

 

FBC2015_ADV-A5Il 4-5-6 Settembre si svolgerà il primo Festival dei Beni Comuni a Brisighella nella suggestiva cornice del Convento dell’Osservanza organizzato dal Comitato Brisighella Bene Comune piccolo esperimento di democrazia partecipata e dalla Agri.Comes Coop Sociale Agricola di Marradi che curerà la serata di pre-festival l’11 Agosto.

In questa prima edizione ci concentreremo sul tema del Suolo: la sua importanza, la sua difesa, le sue emergenze e la sua valorizzazione.

Il Festival nasce quale luogo aperto per discutere, confrontarsi, condividere esperienze, partendo dal nostro territorio per passare alla scala nazionale.

Tre giorni in cui Brisighella, uno dei borghi più belli d’Italia sarà teatro di un esperimento culturale fatto di musica, spettacoli, dibattiti, arte, benessere e una particolare attenzione al mondo dell’agricoltura biologica come esperienza fondamentale per la difesa del suolo e del paesaggio.

Ma parleremo anche di imprenditoria, di stat-up e di giovani perché il suolo è sempre un luogo abitato.

Il Festival si svolge in collaborazione con: Rivista Altreconomia, Circolo Legambiente – Faenza, Fondazione Dalle Fabbriche, Gruppo Garum, Manitese Faenza, Associazione Peter Pan, Ristorante Diffuso Brisighella.

A brevissimo il programma definitivo.

 

Incontro con la PROLOCO: le nostre domande

Il gruppo di lavoro “i luoghi del Bene Comune” sta iniziando un percorso di conoscenza e mappatura delle risorse culturali del nostro territorio. Il primo ente che il gruppo ha deciso di conoscere è la Pro Loco. Purtroppo questo incontro già fissato è saltato per impegni della presidenza dell’ente.

Speriamo che nel breve periodo tale incontro col Comitato possa essere calendarizzato per permettere ai cittadini di poter conoscere questa realtà così importante per una città a vocazione turistica come Brisighella.

Qui sotto trovate le domande elaborate dal gruppo e presentate alla presidente dell’ente in preparazione all’incontro.

domande di conoscenza:

  • Qual è la struttura organizzativa della Pro Loco, anche dal punto di vista della gestione economica? E’ previsto un rendiconto annuale pubblico?
  • In che modo la Proloco collabora con l’Amministrazione?
  • Quali sono i dati dell’affluenza turistica nel Comune di Brisighella, dal 2009 e che tipo di turista è interessato al territorio e quali sono le affluenze per nazionalità?
  • Qual è il programma della nuova presidenza della proloco per il 2015-2016? Cosa volete valorizzare, cosa volete eventualmente limitare nell’azione degli scorsi anni?
  • Quante persone vi operano tra eletti e volontari? Come vengono eletti? I volontari sono pochi o il numero è sufficiente?
  • Quali sono le attività principali della pro loco? Quale il ruolo dei volontari?
  • A suo avviso la posizione della sede è adeguata? I turisti riescono a trovarla facilmente?
  • Avete un sistema di valutazione/verifica del gradimento degli utenti (soprattutto turisti)?

 

Domande di stimolo e di analisi delle emergenze:

  • Il Museo è per voi un punto strategico nel panorama delle attrazioni culturali del territorio, e sì quali sono le vostre intenzioni al riguardo? Che tipo di rapporto esiste fra voi e il Direttore del Museo?
  • Per quanto riguarda la Rocca, nel sito sono segnalati degli eventi, ma in modo generico, vorremmo sapere di quali eventi si tratta, e se per il 2015 è previsto un programma di iniziative.
  • Nei pressi della Rocca si trova un vecchio forno per gesso restaurato due anni fa. Per la fine dei lavori si organizzò un’inaugurazione con una lezione dello scultore Mauro Mamini. Vorremmo sapere se tale sito può rientrare in un percorso formativo/turistico, ed essere promosso visto anche l’impegno economico intrapreso a suo tempo?
  • Perché nel link artigianato risulta solo l’arte del ricamo? E’ stata una scelta o è in fase di costruzione? Nel territorio esistono tante realtà artistiche di bottega, che se riunite potrebbero far parte di un percorso “di bottega, in casa” che porterebbero il turista alla scoperta delle molteplici attività artistiche del territorio. Cosa ne pensate?
  • Per quanto riguarda la situazione dei percorsi per nordic-walkig e mountain bike la situazione ci pare non al passo con le esigenze di un turista che esige percorsi ben segnalati, avendo anche la possibilità di scaricare le mappe con il GPS. Pensiamo che su questo terreno si possa fare molto soprattutto in collaborazione con chi da anni si impegna in questo settore in modo volontario. Vi chiediamo se su questo tema avete delle idee e se sì quali sono i vostri progetti in merito?
  • Si potrebbero realizzare dei percorsi a tema con la possibilità di raggiugere vari siti sparsi in tutte le frazioni Es: ruderi di castelli; Vecchi Mulini; Torri; Osservatori; Ville; Fattorie didattiche; ecc… Nel Comune di Palazzuolo all’ingresso del paese è stata installata una mappa, in cui si possono scaricare le coordinate per il GPS e questo permette al turista di sapere sempre in che punto si trova.
  • A nostro giudizio dovrebbero esserci maggiori informazioni per quanto riguarda il trasporto delle bici sul treno in termini di orari, fermate e costi. Come poter ampliare tale informazione?
  • Vi chiediamo se potrebbe essere di vostro interesse nel medio e lungo periodo, valutare la possibilità di realizzare un lavoro in collaborazione con altri Enti/Associazioni, per la valorizzazione dell’aspetto storico legato alla seconda guerra mondiale e la Resistenza avvenuta sulle nostre colline. L’interesse verso questo tema sarebbe didattico e turistico insieme e porterebbe il turista alla scoperta dei numerosi luoghi simboli del quel periodo.
  • Perché sul sito non risultano informazioni specifiche per il camperista?
  • Vorremo avere informazioni sul parco geologico al Monticino e sapere qual è la sua situazione attuale.
  • Pensate di rinnovare la formula delle classiche sagre, e se sì in che modo?