Archivio della categoria: Pesticidi

APPROVATO IN CONSIGLIO COMUNALE L’O.D.G. CONTRO L’USO DEI DISERBANTI

Venerdì 24 Aprile è stato approvato (7 voti favorevoli, 1 contrario, 2 astenuti) in Consiglio Comunale un ordine del giorno che prevede:

– l’eliminazione immediata dell’uso dei diserbanti in tutte le aree sensibili (parchi, scuole, ….)

– una campagna di sensibilizzazione indirizzata ai cittadini che informi sui pericoli derivanti dall’uso dei pesticidi ed erbicidi.

ed impegna il Sindaco e la giunta a:

– l’eliminazione immediata dell’uso dei diserbanti in tutte le aree sensibili

– all’uso della procedura prevista dalla Regione Emilia Romagna in caso di uso di diserbanti nelle aree non sensibili

– ad avvisare la popolazione esposta come previsto dalla normativa vigente

– alla progressiva estensione della rinuncia di uso dei pesticidi su tutto il territorio comunale anche attraverso la formazione del personale in capo all’Amministrazione.

E’ LA PRIMA GRANDE VITTORIA DEL COMITATO CHE DA CIRCA 2 ANNI E’ IMPEGNATA NELLA SENSIBILIZZAZIONE AL TEMA E NEL SEGNALARE IL NON RISPETTO DELLE NORME. GRAZIE AL GRUPPO NO PESTICIDI PER L’IMPEGNO E LA DEDIZIONE DI TUTTI QUESTI MESI.

 

Serata informativa: NO ai DISERBANTI con Patrizia Gentilini

Venerdì sera presso la Biblioteca Comunale nel complesso Cicognani il gruppo di Lavoro del Comitato che si dedica a sviluppare iniziative per sensibilizzare i cittadini sugli alti rischi per la salute e per l’ambiente per l’uso dei diserbanti e pesticidi di origine chimica, organizza una serata di informazione dal tema:

PESTICIDI E DISERBANTI: NO GRAZIE

la serata sarà l’occasione per conoscere meglio l’argomento e per proporre un’alternativa per la gestione del Verde Pubblico a Brisighella

interverranno:

la Dott.ssa PATRIZIA GENTILINI, oncologa ed ematologa, membro dell’ISDE

che esporrà e spiegherà quali sono le correlazioni tra l’impiego dei diserbanti (e pesticidi) e i danni alla salute dei cittadini con particolare attenzione ai bambini, agli animali e all’ambiente.

l’Agronomo STEFANO CAROLI, responsabile difesa fitosanitaria biologica del verde pubblico Comune di Faenza

che parlerà dell’esperienza della gestione del verde nel Comune di Faenza che da anni utilizza sostanze biologiche e adotta il protocollo BioHabitat

MARIA CHIARA BONI, creatrice del Vivaio “la Valletta” di Fognano

che ci parlerà dell’uso di piante tappezzanti nei luoghi pubblici per ridurre al minimo la manutenzione e lo sfalcio

no pesticidi a brisighella web

 

Caro Sindaco, i pesticidi?

Al Dott. Davide Missiroli Sindaco di Brisighella

e.p.c.:  Angela Esposito Vice Sindaco

Alessandro Ricci Assessore all’Ambiente

            Guido Mondini Assessore alle politiche sociali e salute

Consiglieri Comunali Tutti

 

 

OGGETTO: IMPIEGO DEI  DISERBANTI E PESTICIDI NELLE AREE PUBBLICHE NEL COMUNE DI BRISIGHELLA

 

Vorremmo porre alla Vostra attenzione che nel mese di luglio in alcune aree pubbliche del Comune di Brisighella, abbiamo visto comparire dei fogli di carta appesi nei pali adibiti alla segnaletica stradale e in altre località del nostro territorio  che riportavano la seguente dicitura:

 

“MARCIAPIEDE STRADALE,

PARCHEGGIO, VIALETTI DI

ACCESSO SOGGETTI A

TRATTAMENTO ERBCIDA

ROUNDUPPLUS della ditta

MONSANTO EUROPE

A PARTIRE DAL  DEL GIORNO

15 LUGLIO 2014.

AUTORIZZAZIONE DEL PRODOTTO MINISTERO DELLA

SALUTE NR. 23.073.2002”

 

L’avviso in questione non riportava nessuna delle seguenti ed indispensabili indicazioni:

  1. Firma e timbro dell’ufficio preposto e suo responsabile.
  2. Identificazioni dei pericoli del prodotto usato.
  3. Indicazione della sostanza attiva utilizzata.
  4. La durata del divieto di accesso all’area trattata indicata nelle prescrizioni del prodotto, nel caso non fosse indicata non può essere inferiore a 48 ore.
  5. Indicazione dell’orario dell’inizio del trattamento.

 

Altresì le aree interessate devono essere adeguatamente segnalate in relazione alla specifica situazione, ed essendo zone pubbliche, i trattamenti devono essere eseguiti in orari in cui è ridotto al minimo i disagio per le persone

Molte delle indicazioni elencate fanno parte delle misure per la riduzione dell’uso o dei rischi derivati dall’impiego dei prodotti fitosanitari nelle aree frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili, pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale N°35 A.5.6 del 12/02/2014 Decreto 22 Gennaio 2014 riguardante l’attuazione della Direttiva 2009/128/CE  – Piano di azione nazionale per l’uso sostenibile dei pesticidi.

Si sottolinea in particolare all’A.5.6.1 “Utilizzo dei prodotti fitosanitari ad azione erbicida” il decreto afferma: “I trattamenti diserbanti sono vietati nelle zone frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili indicate al precedente paragrafo A.5.6;” (a titolo esplicativo: parchi e giardini pubblici, campi sportivi, aree ricreative, cortili, plessi scolastici……)

In caso di deroga non si può ricorrere, comunque , all’uso di prodotti fitosanitari che riportano in etichetta le seguenti frasi di rischio R38; R41, […]

Tali fasi di rischio sono presenti nella scheda tecnica del prodotto (ROUNDUP PLUS) utilizzato ed indicato nei cartelli affissi.

 

Premesso questo,  come Comitato Bene Comune dobbiamo confessare che tale iniziativa ci ha lasciati stupefatti e sconcertati, in ragione anche dei ripetuti incontri effettuati con Lei Sig. Sindaco e con l’ex Assessore  del Comune di Brisighella Franco Spada.

Per fare chiarezza è  bene riassumere quello che è accaduto nei mesi precedenti le elezioni amministrative  dello scorso 25-26 maggio.

 

  • Come lei ricorderà il giorno 19 marzo 2014 ci siamo incontrati presso il Foyer del teatro Pedrini: erano presenti:

Davide Missiroli Sindaco del Comune di Brisighella.

Franco Spada Assessore all’Ambiente.

E in rappresentanza del comitato:

Andrea Malavolti

Silva Guerra

Adriana Ferracin

Adriana Bianco

Marcello Stampacchia,

Umberto Toni

 

In quell’occasione, abbiamo esposto alcune delle  iniziative messe in  atto a livello regionale da Comitati, Gruppi Gas e Associazioni in merito ai metodi alternativi all’uso dei diserbanti, pratica obsoleta e non efficace come dimostrata da numerosi studi.

La premessa evidenziava la necessità,  visto anche le esperienze positive in comuni limitrofi come Faenza, di per poter arrivare a delle delibere, che regolamentino l’utilizzo delle sostanze chiamate Pesticidi – Fitofarmaci, Diserbanti nel Comune di Brisighella, al fine di VIETARE l’uso in aree pubbliche comunali di sostanze non classificate come sostanze BIOLOGICHE.

In quella sede avevamo denunciato l’utilizzo senza alcun avviso nè precauzione di diserbanti non solo nelle strade del Comune, nei fossi e nei marciapiedi frequentati da cittadini inconsapevoli , ma anche e soprattutto nel Parco Ugonia area comunale verde frequentata da bambini.

Il Comitato ha fornito la documentazione relativa al regolamento della Regione Emilia Romagna in termini di utilizzo e impiego di pesticidi e diserbanti e anche del protocollo BioHabitat (inviato via e-mail il giorno 27/03/2014 alle ore 21.29 all’ Assessore Franco Spada)

Rammentiamo che da diversi anni nel Comune di Faenza per il trattamento e la manutenzione di tutte le aree verdi pubbliche si attua il protocollo BIOHABITAT.

Tale protocollo prevede l’impiego della lotta biologica nei confronti dei parassiti delle piante coadiuvato da  trattamenti meccanici e  fisici.

Al termine dell’incontro ricevemmo da Lei Sig. Sindaco delle assicurazioni in merito, che le ricordiamo:

  1. Applicazione delle direttive e dei regolamenti della Regione Emilia Romagna in fatto di utilizzo e impiego dei pesticidi e diserbanti
  2. Verifica con il Comune di Faenza per capire come adeguarsi al loro protocollo Biohabitat.

 

  • Il secondo incontro avvenuto nel giorno martedì 8 Aprile presso il Foyer del Teatro erano presenti:

L’assessore all’Ambiente Franco Spada in rappresentanza dell’amministrazione

E per il Comitato:

Andrea Malavolti

Silva Guerra

Adriana Ferracin

Adriana Bianco

Marcello Stampacchia

Giancarlo Tondini

 

Nell’incontro organizzato per fare il punto sulla situazione rispetto alla riunione del 19 marzo 2014  L’assessore Spada ci comunicò che aveva dato disposizione per l’acquisto dell’ attrezzatura “Pirodiserbante” in sostituzione al diserbante.

Inoltre ci comunicò che aveva dato disposizioni per mettere sotto chiave le sostanze velenose Infine il Sig. Spada dichiarò che, essendo ormai prossimi alle elezioni amministrative del 25-26 maggio 2014, le azioni per poter incidere sul tale argomento sarebbero state limitatissime,  essendoci ormai pochissimo tempo prima del cambio della Giunta.

In ogni caso Spada ci garantì che avrebbe portato avanti una delibera per sensibilizzare il problema.

 

  • Il giorno 28/04/2014 con una e-mail indirizzata a un rappresentante del Comitato l’assessore Spada scriveva:

siamo già in amministrazione (st)ordinaria , fuori tempo per dei regolamenti comunali seri e condivisi ; ( peraltro sarebbe più efficace se sui pesticidi ci fosse condivisione , magari dopo discussioni anche aspre  fra tutte le rappresentanze  agricole /naturalistiche e dei consumatori , in modo da maturare negli amministratori dei deliberati applicabili  e da prendere come Unione dei Comuni ) .

 Le uniche cose che sono riuscito a fare sono 2 delibere di Giunta :

1° acquisto attrezzatura per pirodiserbo ;

2° delibera di allineamento con le indicazioni di tutte le maggiori Organizzazioni Agricole sull’uso di fitofarmaci in agricoltura.

 Il mio mandato è finito , Vi ringrazio per la breve collaborazione e Vi invito a proseguire il discorso con gli Amministratori che verranno”

cordiali saluti

Franco Spada

 

Da quel giorno a causa delle elezioni amministrative, del conseguente cambio di Giunta e di alcuni Assessori,  non abbiamo ricevuto più comunicazioni in merito all’oggetto, ma visto la  Sua rielezione, ed essendo stato informato sui fatti  ci saremmo aspettati da Lei un interesse personale,  visto che si tratta in primo luogo di Salute Pubblica e di pratiche che per il territorio da Lei amministrato sono del tutto inconciliabili.

Lo sono per l’Ambiente, il Turismo, e la produzione di prodotti agricoli raffinati e di produzione biologica.

Inoltre spicca su tutto il netto contrasto che la pratica dell’uso dei diserbanti- erbicidi ha rispetto alla certificazione EMAS, per la quale si auspica una gestione dell’ambiente del tutto diversa.

Il logo EMAS è garanzia di attenzione alle problematiche ambientali e di attendibile impegno al miglioramento e alla prevenzione nel settore ambientale.

Essendo una adesione volontaria ci si può aspettare che tale scelta abbia dei riscontri coerenti rispetto alla vera missione che la certificazione EMAS impone come principi.

Si tratta di ripensare ad un modello diverso di gestione del verde pubblico,  che non contempli solo l’aspetto economico e la rapidità di intervento, ma che i veri presupposti siano quelli di determinare politiche atte al rispetto dell’ ambiente e della salvaguardia della salute dei cittadini e dei visitatori che frequentano il nostro  territorio comunale.

In base a quanto avvenuto il Comitato Bene Comune chiede urgentemente un incontro con il Sindaco di Brisighella, l’Assessore all’Ambiente e l’Assessore alla Salute, e i Consiglieri che sono interessati all’argomento.

L’incontro viene richiesto per:

  1. Aggiornare i nuovi componenti dell’amministrazione locale (Assessori e Consiglieri), qualora ne fossero disinformati, sulla situazione e sulle richieste del Comitato in materia di diserbanti e pesticidi.
  2. Fare chiarezza sui
  3. Prevedere un percorso condiviso che porti al divieto in tutte le aree verdi pubbliche l’uso dei diserbanti e pesticidi con metodi alternativi Biologici,  come quello del Protocollo BioHabitat attuato nel Comune di Faenza.
  4. Prevedere una campagna informativa sul tema e sulle esperienze di altri comuni.
  5. Aggiornare gli operatori del servizio giardini pubblici e gli uffici competenti del Comune sulla pericolosità dei prodotti impiegati tra i quali il ROUNDUPPLUS della ditta MONSANTO EUROPE classificato come R52; R53; R38 ; R41.
  6. Infine capire come vengono gestiti i prodotti classificati come da Decreto 22 Gennaio 2014 riguardante l’attuazione della Direttiva 2009/128/CE e informarci come il Comune pensi di smaltire eventuali scorte a magazzino che non possono più essere utilizzate (come il ROUNDUPPLUS della ditta MONSANTO EUROPE).
  7. Si richiede le copie delle delibere di giunta citate dal ex Ass. Spada Franco
  8. Obbiettivi e indicatori di Qualità in merito alla certificazione EMAS

In attesa di un vostro riscontro alla presente,  vi comunichiamo il riferimento per la organizzazione dell’incontro richiesto.

Gori Andrea. and.kat@alice.it Tel. 335 8339770

 

Porgiamo i più distinti saluti

Comitato Brisighella Bene Comune